domenica 12 febbraio 2012

Chianti Classico DOCG 2007, Montebernardi

Azienda situata nel cuore del Chianti Classico, tra Panzano e Radda.
Coltivazione biodinamica, fermentazione con lieviti indigeni, affinamento in botti grandi e piccole.
Il colore è uno splendido rubino trasparente, si muove elegante nel bicchiere e riflette sulla tovaglia una bella girandola luminosa.
Il naso è complesso e molto fine, con tipiche note minerali ferro-terrose e floreali-fruttose delicate, molto ben fuse.
Mi colpiscono un bel aroma di fiori di ibisco e soprattutto lamponi, e la mente vola subito in Borgogna.
L’ingresso in bocca è deciso, intenso, ma snello.
La trama tannica è fine, il ritorno è lungo di bacche rosse selvatiche come prugnolo e corniolo; chiude sapido.
Vino molto elegante in tutte le sue parti, mai pesante e di ottima persistenza.
Uno dei migliori assaggi di Chianti Classico recenti che ricordo.
Ha accompagnato alla perfezione un bel roast-beef di manzo.

4 commenti:

  1. voglio assaggiare un corniolo.
    ora.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo ora non è stagione.
    Se vuoi, puoi assaggiare il liquore che fà mia madre.
    Per intenderci è simile al prugnolo, ma un pò meno dolce.
    La sensazione che ho avuto è quella del sapore del prugnolo, ma meno dolce e più dura, dovuta forse al mix sapido-tannico.
    Ma mi stai prendendo in giro come al solito ?

    RispondiElimina
  3. io raramente ti prendo in giro dani!
    ;)

    RispondiElimina
  4. E' vero, raramente.
    Questa mi sembrava una di quelle :)

    RispondiElimina